CERULISINA DOLORE*GTT OTO FL6G

CERULISINA DOLORE*GTT OTO FL6G

FARMASHOPS.IT

  • €8,90
    Prezzo unitario per 
Imposte incluse. Spese di spedizione calcolate al momento del pagamento.


DENOMINAZIONE: CERULISINA DOLORE, 1% + 5% GOCCE AURICOLARI, SOLUZIONE FLACONE 6 G CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA: Otologici, analgesici ed anestetici, associazioni. PRINCIPI ATTIVI: Procaina cloridrato; fenazone. ECCIPIENTI: Glicerolo. INDICAZIONI: Otalgie. CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR: Ipersensibilita' verso i componenti del prodotto e verso altre sostanz e strettamente correlate dal punto di vista chimico; in caso di perfor azione del timpano, astenersi dall'uso. Il prodotto, a contatto con la struttura dell'orecchio medio, puo' determinare effetti indesiderati a tale livello. POSOLOGIA: Instillare nel condotto uditivo esterno 2-4 volte al giorno: adulti: 5 -8 gocce ogni volta; bambini: 4-5 gocce ogni volta. Si consiglia di in tiepidire il flacone prima dell'uso. CONSERVAZIONE: Nessuna speciale precauzione per la conservazione. AVVERTENZE: Quale misura precauzionale, prima di somministrare il prodotto, assicu rarsi della integrita' della membrana del timpano. I prodotti per appl icazione topica possono dare origine a fenomeni di sensibilizzazione o d irritazione: in tal caso interrompere il trattamento e consultare il medico al fine di istituire idonea terapia. Non usare per trattamenti protratti, in ogni caso, dopo breve periodo di trattamento (1-2 giorn i) senza risultati apprezzabili, consultare il medico. INTERAZIONI: Nessuna nota. EFFETTI INDESIDERATI: In caso di perforazione del timpano, il prodotto, a contatto con la st ruttura dell'orecchio medio, puo' determinare effetti indesiderati a t ale livello. L'uso di fenazone, sia pure per via sistemica, e' stato a ssociato ad un elevato rischio di agranulocitosi; questo farmaco, cosi ' come la procaina, puo' dare reazioni allergiche in soggetti sensibil izzati e, in seguito ad assorbimento sistemico, anche manifestazioni a nafilattiche. La segnalazione delle reazioni avverse sospette che si v erificano dopo l'autorizzazione del medicinale e' importante, in quant o permette un monitoraggio continuo del rapporto beneficio/rischio del medicinale. GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO: In gravidanza, durante l'allattamento al seno e nella primissima infan zia, il farmaco deve essere utilizzato solo in caso di effettiva neces sita' e non per periodi prolungati.