KETOFTIL*COLL25FL0,5ML0,5MG/ML

KETOFTIL*COLL25FL0,5ML0,5MG/ML

FARMASHOPS.IT

  • €0,00
    Prezzo unitario per 
Imposte incluse. Spese di spedizione calcolate al momento del pagamento.


DENOMINAZIONE: KETOFTIL CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA: Decongestionanti ed antiallergici. PRINCIPI ATTIVI: Collirio, 100 ml contengono ketotifene fumarato 0,069 g, pari a 0,05 g di ketotifene. Gel oculare, 100 g contengono ketotifene fumarato 0,06 9 g, pari a 0,05 g di ketotifene. ECCIPIENTI: Collirio (in confezione multidose): sorbitolo; benzalconio cloruro; TS -Polisaccaride; acqua per preparazioni iniettabili. Collirio, soluzion e: TS-Polisaccaride; sorbitolo; acqua per preparazioni iniettabili. Ge l oftalmico: idrossietilcellulosa; sorbitolo; benzalconio cloruro; acq ua per preparazioni iniettabili. INDICAZIONI: Congiuntiviti e cheratocongiuntiviti acute e croniche di natura allerg ica (primaverili, atopiche ed altre). CONTROINDICAZIONI/EFF.SECONDAR: Ipersensibilita' individuale accertata verso uno dei componenti del pr odotto o sostanze strettamente correlate dal punto di vista chimico. G eneralmente controindicato in gravidanza. POSOLOGIA: Collirio, soluzione: 1 goccia nel sacco congiuntivale 2 o piu' volte a l di', secondo prescrizione medica. Gel oftalmico: 1 goccia nel sacco congiuntivale 2 volte al di'. CONSERVAZIONE: Nessuna speciale precauzione per la conservazione. AVVERTENZE: Il prodotto, nelle sue diverse forme farmaceutiche, puo' determinare a l momento dell'applicazione un leggero e fugace bruciore. Il gel oftal mico, per la natura dei suoi eccipienti, puo' causare al momento dell' applicazione un lieve e transitorio offuscamento visivo. Per la presen za di benzalconio cloruro, l'impiego del collirio e del gel oftalmico e' incompatibile con l'uso di lenti a contatto morbide. INTERAZIONI: Sebbene il ketotifene presenti interazioni con tranquillanti, ipnotici ed alcool, le basse concentrazioni plasmatiche ottenibili per sommini strazione oculare rendono improbabili tali fenomeni. EFFETTI INDESIDERATI: In rari casi sono stati riportati lieve bruciore, irritazione locale c on iperemia e blefarite. GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO: Anche se gli studi sull'animale non hanno mostrato alcun effetto negat ivo del ketotifene sulla gestazione e sul feto, la sua somministrazion e in donne in stato di gravidanza, in particolare nel primo trimestre, deve essere limitata ai casi di effettiva necessita'. Non sono note r eazioni da sovradosaggio.